Prosecco Run 2022. Appassionati e professionisti dal mondo

04 Dicembre 2022

“Anche quest’anno la Prosecco Run – commenta Marina Montedoro, Presidente dell’Associazione per il patrimonio delle Colline del prosecco di Conegliano e Valdobbiadene – si conferma un punto di riferimento per lo sport tra le nostre Colline, che sanno attrarre runner anche internazionali di alto livello, dimostrando che questo territorio, con la sua bellezza naturale, la sua storia e la sua enogastronomia di eccellenza diventa meta per tutti: hobbisti, appassionati e professionisti. Rappresentanti di oltre 20 Paesi da tutto il mondo hanno preso parte alla manifestazione e non si sono fermati nemmeno con la pioggia battente, per fare sport e scoprire il nostro Sito UNESCO. Lo sport – conclude – rappresenta un momento di coesione tra persone con culture ed usanze diverse, parla un linguaggio universale che va oltre i confini dei territori e delle lingue per unire in modo pacifico sotto gli stessi ideali che sono alla base della fondazione dell’UNESCO. Ecco perché crediamo tanto, come Associazione, in tutto ciò che favorisce la pratica dello sport sulle Colline perché ogni disciplina, praticabile all’aperto nel nostro caso, diventa non solo volano per la valorizzazione del nostro patrimonio, ma anche strumento di formazione, sviluppo ed educazione di ciascuno di noi”.

Con queste parole Marina Montedoro – Presidente dell’Associazione per il patrimonio delle Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene – commenta la nuova edizione della Prosecco Run che oggi, domenica 4 dicembre, a Vidor (TV) ha visto migliaia di podisti presenti.

Please accept statistiche, marketing cookies to watch this video.

Quest’anno gli iscritti alla Prosecco Run, competitiva di 21,097 km, sono stati 1600, quelli della Prosecchina 1340, per un totale complessivo di 2940 (con iscrizioni ancora aperte per la Prosecchina). Il 42 % donne, il 42 % è arrivato da fuori Veneto, mentre il 32 % da fuori dei “confini” del Triveneto. I Paesi stranieri rappresentati sono stati 23 (Belgio, Brasile, Canada, Cile, Croazia, Francia, Galles, Germania, Grecia, Irlanda, Inghilterra, Kazakistan, Olanda, Polonia, Repubblica Ceca, Romania, Serbia, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera, Stati Uniti, Ucraina), mentre a guidare le regioni con il maggior numero di partecipanti sono state l’Emilia Romagna (con oltre 360 iscritti), seguita dalla Lombardia (oltre 260).