TURISMO. ASSOCIAZIONE COLLINE PROSECCO UNESCO: INVITIAMO ANGELA MERKEL TRA LE NOSTRE COLLINE

menù
ITA | ING
ITA | ING
23 Ottobre 2021

Valdobbiadene, 23 Ottobre 2021 – Voglio ringraziare la famiglia Tramet per aver organizzato questa serata, e proprio nel giorno in cui Angela Merkel partecipa al suo ultimo Consiglio europeo. Grazie per avere avuto la sensibilità di invitare l’Associazione per il Patrimonio delle Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene: la cantina Fasol Menin si trova nel cuore delle colline, a Valdobbiadene, una delle “porte” di ingresso della Core zone. Essere qui stasera ci permette di sensibilizzare la cittadinanza e creare quel senso di appartenenza a questo territorio che tanto auspichiamo. Nel libro di Massimo Nava si legge che la Merkel è solita andare in vacanza in Italia, in Alto Adige, perché ama le passeggiate all’aria aperta. Le Colline sono il luogo ideale per chi, come la ex Cancelliera, cerca questa esperienza, a contatto con la natura, con scorci suggestivi e paesaggi unici, disegnati dall’uomo in sintonia con l’ambiente naturale. Invitare Angela Merkel tra queste Colline è un obiettivo che dobbiamo avere, essendo il turismo tedesco molto florido: la Germania è infatti uno dei Paesi che maggiormente visita queste zone e implementare questo turismo è una sfida che dobbiamo porci”.

Marina Montedoropresidente dell’Associazione per il Patrimonio delle Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene interviene così durante la serata di presentazione del libro del giornalista, scrittore ed editorialista del Corriere della Sera Massimo Nava, “Angela Merkel. La donna che ha cambiato la storia”.

Il dibattito, organizzato dalla Fasol Menin, storica cantina di Valdobbiadene ora della famiglia Tramet, è stato magistralmente condotto dal giornalista Corrado Formigli che, tra attualità e politica, insieme all’autore del libro e a Marina Montedoro, ha approfondito il ruolo della ex Cancelliera tedesca, protagonista assoluta della storia recente europea. A impreziosire la serata Sonia Raule, autrice e presentatrice televisiva, che ha letto dei brani tratti dal libro.