VINITALY. ALLA SCOPERTA DELLA GRANDE BELLEZZA DEI SITI UNESCO DEL VENETO

12 Aprile 2022

Verona, 12 Aprile 2022 – Il Veneto è la prima regione turistica in Italia con 70 mln di visite grazie anche alla presenza sul nostro territorio di luoghi iconici e magici, a partire da Venezia che sa far parlare di sé anche senza essere promossa. Ma il nostro obiettivo deve essere quello di valorizzare tutto ciò che il Veneto può offrire. I patrimoni dell’Umanità UNESCO presenti in Regione vanno fatti conoscere nella loro bellezza con azioni che diano loro la giusta visibilità a livello nazionale ed internazionale. Da qui nasce l’idea sviluppata dall’Associazione, condivisa e finanziata da Regione, accolta con entusiasmo dagli altri siti Unesco, di organizzare un press tour durante il Giro d’Italia con 12 giornalisti di fama, italiani ed esteri, che in sei giorni potranno visitare gli straordinari patrimoni che abbiamo e parlarne al mondo per farli conoscere. L’occasione del Giro rappresenta un momento importante per la nostra Regione che vedrà i riflettori internazionali puntati anche sulle Colline di Conegliano e Valdobbiadene da cui il press tour passerà toccando il Delta del Po, Padova, Vicenza, Verona, la straordinaria Laguna di Venezia con le sue isole dalla Certosa a Sant’Erasmo, al Lido, e non solo, e le Dolomiti. Siamo convinti che solo iniziative sinergiche come questa possano davvero portare valore aggiunto a tutto il territorio. Un grazie va a Regione Veneto che con lungimiranza ha messo a disposizione delle risorse aggiuntive per permetterci di valorizzare i nostri patrimoni UNESCO, dimostrando ancora una volta di credere in un percorso comune di promozione che tocca cultura, arte, paesaggi e tradizioni venete”.

Così Marina Montedoro, Presidente dell’Associazione per il Patrimonio delle Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene, interviene all’evento “Alla Scoperta della Grande Bellezza dei Siti UNESCO del Veneto”  svoltosi a Vinitaly nel padiglione della Regione del Veneto per presentare la prima iniziativa di valorizzazione territoriale che andrà a promuovere sinergicamente tutti i Siti Unesco della regione, alla presenza di Luca Zaia – Governatore del Veneto, Giuliano Vantaggi – Site Manager dell’Associazione, Laura Agerli – Lonely Planet Italia (Edt) e Rossana Santolin – Le Guide di Repubblica.

“La grande realtà delle Colline del Prosecco Patrimonio Unesco, insieme gli altri otto siti in Regione  commenta il Governatore della Regione del Veneto, Luca Zaia – ha tutte le carte in regola per essere uno dei punti di forza di questa nostra ripresa, dopo un così triste periodo come quello del Covid e la fine della crisi Ucraina con una pace che riteniamo non sia più differibile. Le Colline Unesco saranno tra le leve che ci confermeranno ai vertici turistici nazionali con 72 milioni di presenze complessive annue. Diffondere la conoscenza di un simile patrimonio sfruttando ogni canale di comunicazione è fondamentale.  Se come ho sempre sostenuto, il riconoscimento raggiunto è destinato ad aprire un nuovo rinascimento per il territorio interessato, questo processo di rinascita deve passare anche per una informazione qualificata che contribuisca a valorizzare questa realtà. I nostri siti UNESCO hanno tutte le caratteristiche paesaggistiche, sociali e culturali per essere un tesoro, vero catalizzatore di uno slow tourism che sia anello di congiunzione tra le spiagge dell’Adriatico, le città d’arte, i laghi, e le nostre montagne come le Dolomiti, dove si terranno le Olimpiadi Invernali 2026”.

Queste meraviglie del Veneto saranno protagoniste di un press tour esclusivo, organizzato dall’Associazione per il Patrimonio delle Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene, in collaborazione con la Regione che, per la prima volta, coinvolgerà in un’esperienza unica tutti i Siti UNESCO del Veneto.

L’evento, al quale parteciperanno giornalisti italiani e stranieri di alto profilo, si svolgerà dal 24 al 29 maggio 2022 e sarà orientato alla scoperta del meglio in fatto di natura, arte, architettura, cultura, enogastronomia del territorio veneto. Dal Delta del Po e il Giardino Botanico di Porto Caleri alla città di Padova con il suo ciclo di affreschi del XIV secolo e l’Orto Botanico, dal Teatro Olimpico di Vicenza alle Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene (TV), da Venezia e la sua laguna fino alle splendide Dolomiti, dai siti palafitticoli di Peschiera del Garda a Verona con i suoi monumenti di assoluto valore artistico. I 9 siti della Regione del Veneto in un unico tour, organizzato anche in occasione del Giro d’Italia 2022, competizione ciclistica tra le più importanti a livello mondiale, che in quelle date passerà proprio in Veneto: sarà quindi possibile per i partecipanti vivere anche quell’esperienza accedendo a luoghi riservati in location inedite.

“Dalle Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene alle vette rocciose delle Dolomiti, da Venezia e la sua laguna alle architetture di Vicenza e ancora molto, molto altro. Il messaggio che vogliamo far arrivare ai turisti – spiega il site Manager dell’Associazione a tutela delle Colline del Prosecco, Giuliano Vantaggi – è che in pochi chilometri possono scoprire meraviglie riconosciute a livello mondiale, meraviglie che sono inni alla natura, alla cultura, all’arte e alla storia. Il Veneto rappresenta un sistema di grande bellezza, dove il turista può trovare gli spunti per vivere appieno la sua vacanza e stare bene”.

L’evento di questa mattina è stata anche l’occasione per presentare due importanti iniziative editoriali.  Il sito UNESCO delle Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene sarà infatti protagonista di una guida dedicata edita da Lonely Planet che uscirà a maggio, mentre in estate, a firma di Le Guide di Repubblica e Anas, verrà pubblicata una guida sugli itinerari fra i siti UNESCO, patrimoni immateriali e aree Mab, dove naturalmente il Veneto sarà uno tra gli attori principali.